L’Osmairm tra i luoghi del Giubileo della Misericordia

Sua eccellenza Monsignor Claudio Maniago, Vescovo di Castellaneta, ha scelto la nostra struttura come privilegiato per i pellegrinaggi nell’Anno Santo della Misericordia.

Visitare gli ospiti del nostro centro di riabilitazione, comporterà l’indulgenza plenaria.

La Presidenza, la Direzione Sanitaria, i medici, i terapisti e tutto il personale Osmairm accolgono onorati e commossi la scelta di Sua Eccellenza.

Le nostre porte sono sempre aperte a Cristo e al Prossimo.

Ecco la lettera apostolica del Vescovo e il decreto vescovile di elezione dei luoghi della Misericordia.

 

Carissimi,

all’inizio della Quaresima vi invio questo breve scritto per comunicarvi la mia decisione di aiutare le nostre comunità a vivere questo tempo di grazia, particolarmente ricco e intenso in questo anno giubilare, sollecitando l’esperienza delle opere di misericordia così come il santo Padre ci ha ripetutamente invitato a fare.

Per questo ho individuato insieme ai responsabili della nostra Caritas, sette strutture nella nostra Diocesi dove per tutto il tempo quaresimale, fino al giorno di Pasqua, permettere a persone che difficilmente potrebbero fare l’esperienza giubilare attraversando la nostra porta santa della Cattedrale, di vivere e godere dei benefici dell’anno santo anche dove normalmente sono accolti. Questi luoghi potranno offrire anche a tutti i fedeli delle nostre comunità la possibilità di fare un pellegrinaggio della misericordia; visitando e incontrando e prendendosi cura anche per poco e con semplicità dei fratelli e sorelle più bisognosi della nostra vicinanza e della nostra tenerezza, potranno sperimentare la consolazione e la forza che scaturisce dal nostro accogliere e testimoniare la misericordia del Signore. Le strutture sono:

-     la Casa Famiglia Monfort di Ginosa;
-     il Centro O.S.M.A.I.R.M. di Laterza;
-     l’Ospedale Civile di Castellaneta;
-     la Casa alloggio Elisabetta Longhi di Palagianello;
-     la Comunità di recupero Airone di Palagiano;
-     la Mensa della Caritas cittadina di Mottola;
-     la Casa di riposo San Benedetto di Massafra.

All’interno di queste strutture si faranno momenti di incontro e preghiera utilizzando il sussidio predisposto dall’ufficio liturgico e disponibile sul sito diocesano. Gruppi, classi di catechismo, associazioni, ma anche singole persone, potranno, secondo le disponibilità e le indicazioni delle strutture, far visita, intrattenersi, prestare il proprio aiuto e, se confessati recentemente, recitando la professione di fede e pregando secondo le intenzioni del Santo Padre, riceveranno i benefici previsti nell’anno giubilare.

La visita ai sette luoghi della misericordia sarà quindi un vero passaggio di quella porta che ci conduce a quell’ esperienza sempre più viva e feconda della tenerezza e del perdono di Dio che rende anche noi sempre più concretamente capaci di misericordia.

 

+ Claudio Maniago, vescovo